Mi chiamo Anna e nel tempo libero faccio la Wedding Planner.

Nel resto del tempo costruisco cose con la colla a caldo, all’occorrenza uso anche la coccoina.

Sono un’appassionata di origami, Grey’s Anatomy e mangio un sacco di mozzarelle.

Da piccola ero solita mangiare gli Anturium nel negozio di fiori di mia Madrina.

Da lei deriva l’amore per i fiori. Mi ha insegnato a conoscerli, riconoscerli e accostarli. Ora lo facciamo insieme, dandoci entrambe la possibilità di evolvere.

Amo le fresie, i cartoni della Disney e le sfide.

La mia preferita è quella di raccontare, ogni volta, una storia nuova.

Credo nel legame fra due persone.

Credo nel valore inestimabile dei ricordi; ecco perché cerco di catturare i vostri sogni e di restituirveli sotto forma di momenti veri, da vivere, assaporare e ricordare.

Come faccio ad occuparmi di ogni aspetto del tuo matrimonio senza lasciare niente al caso?

Semplice, ho una bacchetta magica!

Ha 12 anni, è alta 7 centimetri e si chiama Eva.

È una matita, ma non una matita qualunque.

Con lei amo scrivere i vostri sogni e trasformarli in realtà.

Amo stare in mezzo alla gente felice.

Amo la gente che si ama.

Per questo ho scelto questo lavoro, per questo lo amo così tanto.

Con la passione che si alterna alla determinazione.

La passione per la felicità.

Perché il vostro sogno è sempre un po’ anche il mio.

Com’è andata davvero

Sbarcai su un’isola il 17 luglio 1982, l’Italia aveva appena vinto i mondiali.

Segni particolari: 7.

Dopo aver impiegato 9 anni per diplomarmi, mi iscrissi all’Università degli studi di Sassari indirizzo Comunicazione e Giornalismo: volevo fare l’inviata di guerra.

Conseguita la laurea a pieni voti con due tesi sulla pubblicità e sul Marketing, mi trasferii a Roma per scappare da una realtà che sentivo stretta. Ne approfittai per conseguire il Master di secondo livello in Comunicazione e Organizzazione di eventi.

Nel 2012, triste e disillusa ritornai in Sardegna per rifare il punto della situazione.

Dovevo capire cosa potevo “raccontare” e come.

Nel mentre un amico mi chiese di dargli una mano nell’organizzazione del suo matrimonio.

Poco dopo, mia sorella mi regalò il primo corso alla Master Wedding Business Academy di Roma. Continuai con il percorso formativo, il passaparola ha fatto il resto.

Scelsi di raccontare le favole.

Il 28 luglio 2012 nasce Fabula, la scatola in cui custodisco il Mio modo di comunicare con il mondo.

Mi avvalgo della preziosa collaborazione di fornitori selezionati. Siamo come delle api: da molti fiori, un unico miele. Polline e scambio. Un insieme operoso alle prese con una sfida importante: raccontare, ogni volta, una storia nuova.

Questa è la mia favola.

Quella bambina che, a 7 anni, voleva vedere tutte le spose uscire dalla chiesa, oggi sarebbe fiera di me.

I miei lavori sono stati pubblicati su Wedding Wonderland – Mia Sposa – One Fab Day

Visualizza il mio profilo professionale su Linkedin